MA QUALE EXPO!

Expo 2015? E cosa si dovrebbe esporre? Un modello decotto e decadente che produce solo precarietà e macerie sociali?

La terra e l’agricoltura che stiamo seppellendo sotto il cemento di capannoni, centri commerciali e autostrade?
Il nostro patrimonio artistico e culturale abbandonato al degrado?
Lo stato della nostra ricerca scientifica, fanalino di coda del bilancio dello Stato?
Questi grandi eventi sono solo parvenza di modernità, che distrae poveri cittadini illusi ancora di trovare la bella vita in un padiglione, costruito da lavoratori precari e destinato alla demolizione per far posto a case che resteranno vuote. Vuote in un paesaggio agricolo trasformato in periferia suburbana anonima, grigia, deprimente.

 

facebook comments:

One Response so far.

  1. Diego D'Agostino ha detto:

    Bisognerebbe occupare l’ecomostro dei mondiali, il Marchiondi per esempio e, fare un contro EXPO dove far vedere: come si coltiva il tabacco, le condizioni di lavoro nelle piantagioni di banane, di cacao, la schiavitù minorile, le condizioni di lavoro nelle industrie high tech o in quelle dei grossi marchi di prodotti ad uso sportivo, il land grabbing, la filiera del persico africano, le coltivazioni per il biodiesel e purtroppo ecc.ecc.ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *