ANDREA FRASSONI, “IL PROGRESSO È LA REALIZZAZIONE DELL’UTOPIA”

CON DOMENICO

Il rosa della sala consiliare si riflette sulla fitta boscaglia che ricopre la riva del Naviglio

“Abbiamo il candidato….” “ è giovane , è preparato, ” … “ma chi è ?” “

La piazza del comune è un parcheggio affollato di auto incastrate nella nouvelle cousine.

C’è un partigiano, un vecchio militante del Pci e qualche popolare .

“ ..Vinciguerra ?..” “ Chi ?”

“ Finiguerra ? ”

“ al ghà i barbis e forse l’è un terun …”

Sono trascorsi 10 anni da quella sera.

Era solo l’inizio.

Era solo Cassinetta.

L’espansione urbanistica segnava la sua incontinenza

Formigoni trionfava con il 68% dei consensi.

Il 25 aprile era solo una gita fuori porta.

Ora c’è una piazza, la Piazza 25 aprile che ti abbaglia con le parole di Pasolini .

Chiunque volga il proprio sguardo negli angoli di Cassinetta, può trovare dei segni tangibili del passaggio di Domenico.

Sembra retorico ma è pragmaticamente reale, rinascimentale.

La fitta boscaglia è diventata la “passeggiata dell’amore”, il parcheggio ora è un accogliente salotto pedonalizzato.

E poi il nuovo imbarcadero, il nuovo parco De Andrè, la nuova scuola materna Rodari, il nuovo centro poliambulatoriale, il nuovo spazio polifunzionale, la nuova piazza Falcone e Borsellino e la nuova biblioteca.

La riqualificazione della scuola elementare, del cimitero, del ponte, della piazza dei caduti e del centro anziani.

Le nuove piste ciclabili verso Albairate e Abbiategrasso, il bosco in città, il tetto fotovoltaico della scuola, il nuovo piano colore e una raccolta differenziata da eccellenza.

Corposi piani di diritto allo studio, politiche del welfare e borse lavoro a difesa delle fasce più deboli.

La difesa del territorio.

La settimana della legalità, i festival della diversità, le notti bianche e tanta cultura .

Di tutto questo non troverete traccia sulla prima pagina di Repubblica, nelle puntate di Report , Che tempo che Fa , nel servizio del Tg1 o sul palco di Beppe Grillo dedicati alla “crescita zero” di Cassinetta.

Di tutto questo non c’è traccia nelle correnti di partito, nei veti incrociati, nelle spartizioni di poltrone, nel porcellum, nelle consorterie e nei network affaristici.

È la politica che viene dal basso.

Sofferta, disincantata, discussa e partecipata.

Vera.

Con Domenico Finiguerra le suggestioni e le utopie amplificate dalla vetrina mediatica si sono coniugate con reali migliorie urbanistiche, sociali, estetiche e culturali, sempre al servizio del cittadino.

Domenico ha saputo interpretare una politica alta, nuova, visionaria e pragmatica .

Noi a Cassinetta lo abbiamo sognato e vissuto.

Ora tocca a voi

Con Domenico per cambiare Abbiategrasso

Il progresso è la realizzazione dell’utopia. Oscar Wilde,

Arrivando da Abbiategrasso lungo la nuova pista ciclabile di Cassinetta, potrete leggere i primi 12 articoli della Costituzione, girate a destra sino a piazza Falcone Borsellino, poi proseguite sino al parco Fabrizio De Andrè, continuate lungo la Passeggiate dell’Amore c’è un ponte, alzate lo sguardo “Venne il giorno della morte e della libertà, il mondo martoriato si riconobbe nuovo nella luce…” siete in Piazza 25 aprile.

Lì, è arrivata una Coccinella ………..

Andrea Frassoni

Assessore alla Cultura

Cassinetta di Lugagnano

facebook comments:

9 Responses so far.

  1. Antonio Negroni ha detto:

    10 anni di un grande Uomo e grande Sindaco, con dei valorosi collaboratori, a partire da Andrea Frassoni. Abbiategrasso ha una grande opportunità di cambiamento…e la coglierà..! Da Cassinetta è partito il Vento del Sogno che diventà realtà concreta :-)

  2. admin ha detto:

    Andrea non è stato solo un collaboratore. Andrea è stato la colonna portante.
    Generoso e instancabile. Una miniera di idee. Un fratello.

  3. Olga ha detto:

    Queste sono le cose che ci piace sentire, leggere, vedere, sperare, sostenere.
    Le cose di cui abbiamo bisogno, tutti, anche quelli che non ci pensano e non ci credono.
    Grazie Domenico, e grazie anche ad Andrea per aver saputo dire così tanto in così poche righe!
    (E qui ci sarebbe da aggiungere un bel tvb o vvb – come usano fare gli adolescenti, ma mi vergogno un po’!) :-)

  4. olimpia ha detto:

    in un momento a dir poco tragico per il comune in cui vivo, leggere queste cose e desiderare di viverle è un tutt’uno, la mia amministrazione va al rinnovo nel maggio 2012,possibile che, di 7000 persone che risiedono a manziana, mi sia accorta solo io della rivoluzione di cassinetta e di quella che si prepara per abbiategrasso? possibile che il velo che si è squarciato per me per gli altri sia un sipario pesante? possibile che nn ci sia una possibilità anche per me e per i miei concittadini? il momento è ora! disperata e oppressa dall’indifferenza vi chiedo aiuto.

  5. fra ha detto:

    un’emozione incontrarti quasi per caso un giorno a roma, sindaco continua per la tua strada, vorrei tanto “averti” come candidato al governo, ma è giusto che prosegui nel tuo percorso, ti stimo da lontano. forza avanti così!

  6. Fulvio Martini ha detto:

    Ciao Andrea Ciao Domenico
    ho avuto il piacere di conoscervi in occasione della mostra anti OGM che feci a Cassinetta.
    La voglia di fare, la concretezza, la rapidità esecutiva e l’energia che ho respirato a Cassinetta mi stupirono e mi diedero speranza che fosse un “modello” esportabile.
    Che le coccinelle volino quindi numerosissime ad Abbiategrasso e da milanese spero di vederne tante arrivare fino a qui, in fondo si tratta di andare sempre dritti lungo il Naviglio :-)
    Un abbraccio ed un grande forza così!

  7. Lori ha detto:

    un sindaco che “fa”… quello che tutti vorremmo avere. grazie.

  8. tiziano ha detto:

    un sindaco non di cassinetta che ha fatto il bene di cassinetta facendola crescere in ogni angolo grazie

  9. andrea ha detto:

    ciao fulvio ! grazie di cuore! se il modello sarà esportabile vorremmo un tuo dipinto che lo rappresenti !!
    A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *