PRIMAVERA 2012. AD ABBIATEGRASSO SI CAMBIA DAVVERO

Fuori dalle vecchie logiche di partito e dalle storiche cordate.

Insieme a tutti i cittadini che credono sia giunto il momento di disegnare un’altra Abbiategrasso.
Vivace, virtuosa e solidale, capace di ascoltare e dare risposte ai bisogni dei cittadini e delle famiglie, rispettosa del territorio, dei beni comuni e della salute, volano di nuove opportunità di lavoro, promotrice di benessere e di crescita culturale. Guidata da un’amministrazione sobria, fresca e competente.

Abbiategrasso ha bisogno di un vero progetto di cambiamento.
E questo non può certo essere concepito e tanto meno realizzato da chi ha già rivestito più volte incarichi di governo cittadino ed oggi cerca di proporsi come nuovo al centro della scena politica abbiatense.

PRIMAVERA 2012

AD ABBIATEGRASSO

SI CAMBIA DAVVERO

facebook comments:

6 Responses so far.

  1. Mat ha detto:

    Forza Domenico, sei l’unico in grado di risvegliare questa città. Ma mi raccomando, non stare troppo dietro alla tastiera e scendi nelle vie e parla con la gente. La tua dialettica e la tua preparazione vincerà su tutti

  2. Gianfranco ha detto:

    Caro Domenico, che vuoi che ti dica, in bocca al lupo… vale più per i cittadini abbiatensi che per tè.

    Tu sappiamo chi sei, i cittadini abbiatensi ancora devono scoprirlo, chi sono e cosa vogliono.

    Speriamo vogliano un mondo migliore.
    Ciao!

  3. renata ha detto:

    Certo , ci sono tante persone in gamba ad Abbiategrasso,che hanno voglia di farne una città capofila di un territorio che difende la sua identità caratteristica all’interno di due parchi.
    Persone che all’interno dei loro ambiti di intervento sappiano proporre idee che valorizzino la qualità della vita , il diritto del lavoro e l’affermazione della cultura.
    Che guardino all’esperienza dei Comuni Virtuosi e raccolgano la loro eredità , che suggeriscano quello che di intelligente si è già fatto nelle città europee .
    Nel mio campo, che è quello agricolo, sono pronta a fare la mia parte e mi piacerebbe che una volta tanto venisse formata “una fabbrica” o “una Officina” o “un tavolo” degli agricoltori che diano un contributo a un progetto che saldi le compagne alla città.
    cari saluti renata

  4. Forza domendico, mi auguro moltissimo che tu riesca anche ad Abbiategrasso a ripetere l’esperienza di Cassinetta, che è stata da modello per molti.
    Tutta la politica italiana avrebbe bisogno di personaggi come te che credono in quello che dicono e sopratutto lo mettono in pratica.
    Un saluto dal Circolo Ecologico la Ca’ Bianca Masate-Basiano

  5. Silvia ha detto:

    Caro Domenico,
    tanto per farti un esempio di come siamo ridotti qui a Bià: ho partecipato ad Agenda 21 e alcune tematiche sollevate dai rappresentanti dei cittadini continuano ad essere ignorate dall’attuale Amministrazione: No al progetto Inceneritore e No alla costruzione della Strada Parco. Abbiamo bisogno di persone col tuo curriculum e che come te, credano in quello che fanno e possano supportare noi comuni cittadini a preservare questo bel territorio. Vogliamo intraprendere un percorso davvero virtuoso, a fatti e non solo a parole. Ti aspettiamo!

  6. Jacopo ha detto:

    Caro Domenico,
    spero davvero che tu possa essere la persona che faccia ripartire Abbiategrasso.
    Ma spero anche che tu voglia farlo collaborando con le forze politiche democratiche, presentandoti alle primarie (nelle quali avrai sicuramente il mio voto).

    In primo luogo perché c’è bisogno di unità e non di divisioni, per evitare di lasciare la città in mano a CL e alla Lega.

    In secondo luogo perché gli “uomini soli” non mi piacciono: i partiti hanno tanti difetti, ma sono il sale della democrazia e l’antidoto al populismo. Io sono convinto che una tua eventuale candidatura a sindaco con l’appoggio di PD, IDV, SEL, ecc… avrebbe anche il vantaggio di dare una sferzata a questi partiti e a sollecitarne la parte migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *