Egr. Sig. Totale Evasore… solo tre parole…

Egr. Sig. Totale Evasore,

ho appreso dalla stampa che sabato scorso, durante la Sua recente vacanza in compagnia di altri personaggi del jet set e della politica italiana, a bordo dello splendido yacht intestato alla Sua spett.le società con sede alle Isole Cayman, la S.V. è stata colpita da un grave infarto cardiaco.

Con rammarico ho anche notato che, complice forse l’eccessiva allegria e la euforica spensieratezza creata dall’ottimo cantautore presente al festino per il suo compleanno, nessuno dei suoi ospiti si fosse accorto che la Sua persona giacesse senza sensi ormai da qualche minuto sulla passerella che univa la sua lussuosa imbarcazione al molo del porto turistico costruito nella splendida cornice dell’ex area protetta delle Tartarughe Rare e Belle.

Fortunatamente, la presenza di un appassionato ambientalista in cerca di cuccioli di testuggine scampati alla recente cementificazione della costa, ha potuto far scattare l’allarme e allertare i soccorsi. La dinamica dei fatti è comunque molto ben documentata da centinaia di scatti fotografici realizzati da alcune decine di paparazzi che hanno seguito passo passo tutto il suo viaggio.

Così, con grande sollievo per tutti i suoi fans, prima l’intervento tempestivo dei volontari della Croce Rossa del Mare, ente cui è stato negato ogni aiuto pubblico, e poi la eccezionale professionalità del primario di cardiochirurgia, assistito impeccabilmente dal personale infermieristico del locale Presidio Ospedaliero Pubblico, ai quali sono stati congelati i rinnovi contrattuali per i prossimi tre anni, hanno scongiurato il peggio e le hanno, come si dice in gergo, salvato la pelle.

Egr. Sig. Totale Evasore,

con la presente, a nome dei cittadini contribuenti italiani, nell’augurarle una pronta guarigione ed una rapida dimissione dal ricovero ospedaliero, la invito, mentre si accinge a scendere le scale dell’Ospedale Santa Pubblica Assistenza, a formulare nella sua mente solo tre parole:

IO MI VERGOGNO!

E a ripeterle tutte le volte che facendosi la doccia e guardandosi allo specchio vedrà una lunga cicatrice sul suo petto.

Una volta terminato questo esercizio di intima ricostruzione di dignità, che consigliamo vivamente anche a tutti i suoi ospiti, sarebbe bene per Lei e anche per tutti noi, che la S.V. si recasse presso l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate del Suo comune di residenza fiscale per saldare il debito accumulato fino ad oggi.

La ringrazio e la saluto

Domenico Finiguerra

**************
ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale
 
*************

facebook comments:

20 Responses so far.

  1. MMS ha detto:

    34.000 €uro al giorno di tasse.

  2. Betti e Alberto Popi ha detto:

    A tutti può succedere di essere vittima di un infarto, evasori e non …… i primi non se ne rendono conto che per l’intervento degli operatori sanitari (penalizzati)devono a loro la vita i “non”lo riconoscono,e spesso li ringraziano di persona interessandosi,andandoli a trovare per dire a loro GRAZIE! non certo bastonandoli come sta succedendo in questi giorni con la finanziaria….

  3. Roberto ha detto:

    Guarda cosa scrive uno dei tuoi “compagni di merende” oggi.
    10 giugno 2010

    http://www.marcoboschini.it/?p=1596

    incollo qui per non andare fuori tema sull’ultimo post
    Un abbraccio, Rob

    PS
    sul sito della Rai, si trova il video di Pasolini nel 1970 circa, mentre riprende Orte.
    “LA FORMA DELLA CITTÀ”.
    Consiglio a tutti di vederlo:

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-511e1c35-a346-4842-b820-1e7eed29c9a7.html?p=0

  4. Andrea ha detto:

    Basterebbe che al termine di ciascun intervento si presentasse una fattura commerciale del tipo:
    – spese per ricovero ospedaliero n.7 giorni …. euro 3.000
    – spese per somministrazione farmaci per 7 giorni …. euro 5.000
    – spese per intervento di pronto soccorso …. euro 2.000
    – spese per diagnostica, infermeria, cambio lenzuola e asciugamani per n.7 giorni …. euro 1.000
    TOTALE euro …. …. …. 11.000
    Contributo spese SSN (Servizio Sanitario Nazionale) …. euro 11.000
    Totale complessivo a carico …. euro 0,00

    Se ogni volta si presentasse si capirebbe benissimo cosa significa Sanità Pubblica.

  5. Silke ha detto:

    A me è successo. Sono tedesca e vivo in Italia da 25 anni ormai, dove lavoro e pago le tasse. Sono stata ricoverata in ospedale, sono stata trattata benissimo, mi hanno rigirata come un guanto (con esami costosissimi) e il giorno in cui potevo tornare a casa ho trovato una lettera sul comodino con il conto e la richiesta di lasciare i dati del servizio sanitario estero che avrebbe provveduto al pagamento oppure di presentare il permesso di soggiono in Italia. Ho presentato copia del permesso di soggiorno ed era tutto a posto. Va detto comunque che per avere il permesso di soggiorno uno straniero deve presentare la denuncia dei redditi e mi sembra giusto.

  6. Roberto A ha detto:

    solita demagogia spicciola da 4 soldi…per prima cosa come si permette di dare dell’evasore totale a qualcuno?Io non so se il tizio in questione sia un evasore totale,se ho capito chi é,probabilmente é un evasore,ma non totale,quindi cominciamo a dire le cose per quelle che sono,senza calcare sempre la mano e raccontare balle.E poi…lo sappiamo tutti,io e lei compreso,che in Italia l’evasione fiscale é un problema di massa….che tocca tutte le categorie,perfino i pensionati cinquantenni o sessantenni che poi vanno a fare i lavori in nero,facendosi pagare meno di chi quel lavoro lo fa di professione.Cerchiamo di parlare seriamente delle cose,invece di mettersi al pari con chi diciamo di combattere con questo modo becero di fare battaglia politica.

  7. admin ha detto:

    Gentile Roberto,
    la ringrazio. Aprezzo molto il suo modo diretto.
    Quanto a parlare seriamente delle cose, si può fare anche con un po’ di sarcasmo ed ironia.
    Ma per apprezzarla occorre condividerne i principi ispiratori.
    Cordialmemte

  8. Paolo ha detto:

    Perche’ non pubblicate il nome di costui? Sicuramente perchè potrebbe essere chi ha svenduto Telecom a Colaninno? o ha acquistato le azioni di Telecomserbia per pagare i militari dei comunisti in Kosovo o ha dalla sera alla mattina rubato una percentuale sui conti correnti bancari dei poveri italiani???? sbaglio o mi sembrano tutte persone (si fa per dire Persone) di sinistra??????

  9. marco ha detto:

    condivido molto quanto detto da roberto e vorrei citare solo acluni numeri.
    La prima categoria di evasori in Italia sono, udite udite… gli insegnanti!
    La seconda sono i pensionati!
    Ovviamente si parla di cifra totale evasa e non procapite, ma che cambia?!
    Aggiungo questo.. tutte le volte che un operaio con 3 figli non si fa fare la fattura dal dentista per risparmiare il 20 % di IVA, evade!! Mi si dirà che ci è costretto e sono daccordo, ma sta di fatto che evade!
    Vorrei citare Bersani quando dice che lui non manderebbe l’ambulanza a casa degli evasori.
    Bersani è troppo avanti? risolverebbe pure il problema della sanità al sud.
    Beh, il Campania l’avasione fiscale è al 75%, in calabria all’85% ed in sicilia al 70% (della Puglia che in queste statistiche dei peggiori batte sempre tutti neppure abbiamo i dati!!!).
    Quindi in un colpo solo Bersani risolve il problema dei deficit sanitari, dell’evasione fiscale, e fa de facto una manovra finanziaria da 25 miliardi di euro!
    poi però perde altri 7 milioni di voti, continua a dire le sue sciocchiezze!

  10. gio ha detto:

    x marco, gli insegnanti i primi evasori totali in Italia?????
    hahhaha ahhahahhahha ahhah ahahha ahahhahh!!
    questa è buona !!!

  11. Arcangela ha detto:

    Posso rimanere in tema “sanità”? Solo una piccola riflessione. Mia suocera si ammala e si alletta per 6 mesi.
    Ottima assistenza domiciliare attraverso la ANT.
    E su questo non posso dire niente.

    Passiamo alle piccole spese:
    24 iniezioni a Euro 5,00
    Totale 120 Euro (a nero)
    6 notti di assistenza straordinaria
    Totale 600 Euro (a nero)
    8 prestazioni di fisioterapia a 50 Euro
    Totale 400 Euro (a nero)

    Tutti professionisti, tutti con partita Iva, tutti furbi!
    Meno noi che costretti dalle circostanze ci siamo dovuto “adattare”

  12. aria de luca ha detto:

    Sono un’insegnante elementare…e mi viene la rabbia fumante caro signore , a pensare che siamo al venti del mese e nn posso comprare un gelato a mia figlia!!!!!!!!!!! e io sarei una che evade le tasse e ha 48 euro al mese di assegno per mantenerla! Ma brutto………

  13. peppo ha detto:

    e ancora non abbiamo visto la crisi… questo è solo l’antipasto!! nei prossimi 3-4 anni sarà davvero dura…

  14. angela nuzzi ha detto:

    A proposito dei soliti luoghi comuni, l’evasione sarà pure un problema di massa come dice Roberto, ma mi arrabbio ogni volta che si fa di tutta l’erba un fascio… in particolare per quanto riguarda i piccoli lavoratori autonomi (a volte costretti ad esserlo per poter lavorare).
    Da circa un anno lavoro a P.Iva, dopo anni da dipendente, e come non evadevo allora non evado neppure adesso… anche se capita che mi venga chiesto dai clienti! Finora tengo duro, e vi prego di capire la fatica che questo comporta e il rischio di perdere i clienti, con conseguente mancato guadagno. Per amor di cronaca, il mio reddito mensile LORDO raggiunge i 1.000 euro nei mesi buoni, meno in quelli cattivi e resta a zero quando mi ammalo. Niente tredicesima naturalmente.
    Ma credo che tutti debbano contribuire al funzionamento dello Stato, così fatturo tutto, fino all’ultimo euro, e chiedo sempre scontrini e fatture, anche se non sempre con buoni risultati.
    Perciò mi associo nella condanna assoluta agli evasori, totali o no. Dovrebbe essere una cosa scontata, nemmeno dovremmo star qui a parlarne…

  15. Andrea ha detto:

    Gio, ognuno a suo modo e in quota parte può evadere e sicuramente gli insegnanti che danno ripetizioni private si guardano bene dal emettere fattura e pagare le tasse su quei compensi che a volte sono più elevati dello stipendio.

  16. ciko ha detto:

    @marco, tu dici:”.. tutte le volte che un operaio con 3 figli non si fa fare la fattura dal dentista per risparmiare il 20 % di IVA, evade!! “, ora, a me sembra che in questa fattispecie sia il dentista ad evadere e non l’operaio, il quale operaio è solo vittima del classico ricatto : parcella esagerata o “sconto” senza fattura. Sbaglio?

  17. luigi ha detto:

    Per precisare: le prestazioni mediche sono esenti da IVA
    quindi è solo che se il medico fa la parcella deve metterla nella dichiarazione fiscale altrimenti no…
    Le tasse che paghiamo sono così alte perchè ci sono gli evasori se tutti pagassero il loro, tutti pagherebbero un po’ meno…

  18. arta ha detto:

    no, ciko. la responsabilità seppur minore è anche della controparte.anche se, personalmente, il dentista mi fa più schifo perchè ha il coltello dalla parte del manico.
    l’unico modo per evadere per un insegante credo siano le ripetizioni. l’onestà totale e incondizionata sarebbe l’ideale, ma accomunare una come me (che avrò guadagnato con le ripetizioni 1000 euro in 10 anni e che ho avuto difficilmente altre forme di sostentamwnto) e un “libero professionista” con doppia attività in ospedale e in studio che evade le tasse per decine di migliaia di euro l’anno mi sembra odioso e ingiusto

  19. Pippo ha detto:

    a quello che dice Arta aggiungo che quasi sempre il “libero professionista” con doppia attività in ospedale e in studio oltre a farsi pagare centinaia di euro in nero per un consulto di 1/2 se va bene, usufruiscono di laboratori, ambulatori e strumentazioni del SSN con la capacità di infiltrare i propri pazienti/clienti in barba a tutte le liste di attesa che a volte durano anni. non solo odioso e ingiusto…schifoso

  20. chiara ha detto:

    va bene che evadere è sbagliato comunque, ma condanno molto più un “signore” che evade migliaia di euro l’anno piuttosto che un poveraccio che si risparmia 20 euro dal dentista.
    e potrò anche essere una cattivona ma io l’avrei lasciato morire lì… per lo meno avrebbe sicuramente smesso di evadere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *