• BUON SENSO DAY!!!

    Dopo il No Berlusconi Day, Il No Lega Day, il No Mafia Day, il No Acqua Privata Day, il No Ponte Day, il No Tav Day, il VDay, il No Tax Day, il No Nuke Day, il No… Day… è giunto il momento di lanciare il

    Buonsenso Day

    Porteremo a Roma, in una piazza grande abbastanza, le idee, i fatti, le passioni, i progetti, le realizzazioni, che centinaia di sindaci, di assessori, di cittadini, di associazioni, stanno già sperimentanto e consolidando a livello locale, esperienze di cambiamento virtuose. Nate dal basso. Spinte dal basso. Amate dal basso.

    Senza auto blu o scorte al seguito, partiremo dai nostri comuni e arriveremo nella Capitale per mostrare e regalare ai governanti e opposizionanti, la nostra semplice enciclopedia politica e la nostra umile valigia degli attrezzi, affinchè ne possano prendere conoscenza e valutarne l’utilizzo migliore per il bene dell’Italia.  

    Una zolla di terra fertile, una brocca di acqua del rubinetto, un impianto fotovoltaico, un forno solare, una bicicletta, un kit per la raccolta differenziata, un distributore di detersivi alla spina, un mercatino dei contadini (compresi i contadini), un software per lo scambio ed il baratto.

    Ovviamente, tale presente non sarà disinteressato. Anzi…

    Perchè lorsignori non potranno certo prendere tra le mani la terra della Pianura Padana o della Campania Felix, condividere l’emozione di tenere tra le dita la sostanza che da vita, e poi continuare a cementificare il paese e ad espandere le metastasi del consumo di territorio, a condonare abusi e violenze al paesaggio, ad aggravare il dissesto idrogeologico.

    Perchè lorsignori non potranno certo bere la nostra acqua pubblica del rubinetto e poi perseverare nella privatizzazione di questo bene comune, sottraendolo dalle mani dei comuni e quindi dei cittadini, per metterlo nelle mani di multinazionali, che rispondono solo alle regole del mercato e talvolta neanche a quelle e che sono mosse solo ed esclusivamente dal profitto.

    Perchè lorsignori non potranno certo compiacersi dei nostri impianti fotovoltaici, dei nostri sistemi di illuminazione a LED e poi inseguire ancora la follia del ritorno all’energia nucleare.

    Perchè dopo aver inforcato le nostre biciclette ed essersi fatti un giro per Piazza Montecitorio, non potranno certo continuare a progettare tunnel, ponti, autostrade e grandi opere, che servono molto a muovere miliardi di euro e poco a risolvere con intelligenza e senso della misura i problemi di mobilità delle persone.

    Perchè dopo aver sperimentato la semplicità, l’economicità e l’efficienza della raccolta differenziata porta a porta, vedendo con i loro occhi che la strategia rifiuti zero è possibile, non potranno ostinarsi con la costruzione di inceneritori, aggravando la già compromessa qualità dell’aria, causa di morte e malattia per migliaia di bambini, adulti e anziani.

    Perchè dopo aver fatto una spesa con prodotti bio e a km zero per l’intera settimana parlamentare, non potranno proseguire con la insana politica pro OGM e con l’altrettanto insana adesione al modello consumistico basato su centri commerciali, outlets e grande distrubuzione.

    Perchè dopo aver visto, toccato, odorato, gustato e sentito, le buone prassi che gli proporremo, se sono politici seri e se davvero vogliono perseguire il progresso e il benessere della nazione, non potranno non sottoscrivere una dichiarazione di sottomissione alle semplici regole del Buon Senso.

    BUONSENSO DAY

    PROSSIMAMENTE… A ROMA

    ADERISCI E DIVENTA PROMOTORE, SCRIVI A: buonsensoday@gmail.com

     

     

     
    Domenico Finiguerra, Sindaco di Cassinetta di Lugagnano (MI)
    Marco Boschini, Assessore del Comune di Colorno (PR)
    Alessio Ciacci, Assessore del Comune di Capannori (LU)
    Luca Fioretti, Sindaco di Monsano (AN)
    Ezio Orzes, Assessore del Comune di Ponte nelle Alpi (BL)
    Salvatore Amura, Assessore del Comune di Canegrate (MI)

     

     

     

    **********************************

facebook comments:

2 Responsesso far.

  1. Roberto Bertoli scrive:

    Gentilissimo (e mitico) Sindaco, so che è tardi.
    Ma, forse, prima ancora di lanciare l’iniziativa sarebbe stato utile riflettere un attimo se quel “DAY” non avrebbe potuto esser tradotto in “IL GIORNO DEL”, se non nell’ancora più esteso “I GIORNI DEL”.
    A parte la sensazione che molti dei temi proposti abbiano una loro, triste, specificità tutta italiana (vorrei dire… paesana), continuo a supporre che tutte le volte che non è indispensabile ricorrervi, l’uso di parole (anche se semplici per i più) scippate oltr’Alpe, non possa che far risuonare il messaggio meno chiaro di quanto non potrebbe risuonare agli orecchi di molti.
    Buon lavoro e complimenti per quell’immagine “pierfrancescana” che è stata scelta e che ha molto a che vedere con questi giorni.
    Anche con l’attesa della Pasqua; compresa quella laica, che auspichiamo possibile.

  2. Roberto scrive:

    che dire… se non che ho “aderito da anni”?
    :-)
    il nome del mio sito deriva proprio dalla “Festa del Buonsenso” di Monsano….

    venerdì sera presentiamo a teatro il libro “l’Anticasta”.
    è la prima volta che succede a Roma, dove “tutto è difficile”.
    Daje
    spero di rivederti presto.
    R

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *