SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’

SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’

IL CAPOGRUPPO REGIONALE MARIO AGOSTINELLI SCEGLIE CASSINETTA DI LUGAGNANO PER APRIRE LA SUA CAMPAGNA ELETTOTTORALE

Agostinelli apre la campagna elettorale a Cassinetta di Lugagnano il 4 marzo alle ore 18 (sala consiliare del comune), Piazza G. Negri, 3 Mario Agostinelli apre la campagna elettorarale a Cassinetta di Lugagnano. Parteciperà e interverrà il sindaco di Cassinetta, DOMENICO FINIGUERRA.

La scelta di aprire la campagna elettorale a Cassinetta vuole sottolineare la valorizzazione di un luogo emblematico dove si sta dimostrando che è possibile vivere e crescere con uno sviluppo del territorio a consumo zero. Al comune di Cassinetta è stato assegnato il premio nazionale dell’associazione “Comuni Virtuosi” nella categoria “gestione del territorio”, un’esperienza unica in assoluto in Italia. Per SEL e Mario Agostinelli, il modello di governo di Cassinetta rappresenta una delle proposte per l’intera Lombardia.

Parteciperanno e interverranno, tra i tantissimi che hanno aderito, GIORGIO GALLI, DANIELE FARINA, IVANA BRUNATO, SALVATORE AMURA, PAOLO HUTTER, SILVIO SARFATI, GIORGIO FERRARESI Mario Agostinelli, consigliere regionale uscente Capogruppo di SEL si ricandida a Milano e Varese.

facebook comments:

One Response so far.

  1. renata lovati ha detto:

    Il 31 gennaio ho scritto ad Agostinelli sul suo blog, ma purtroppo non ho avuto nessuna risposta.
    Caro Agostinelli,
    sinceramente non capisco,ma con me anche alcuni ospiti che avevo a cena ieri sera, perchè Sinistra ecologia e Libertà in Lombardia decida di appoggiare Penati.
    In tempi non sospetti,cioè prima della vittoria di Vendola, Finiguerra,Boschetti e Fioretti avevano scritto una lettera a Bersani e non avendo avuto risposta hanno provato a replicare con una seconda lettera, toc toc…c’è nessuno ? Aria fresca,si proponeva,favoriamo la creazione di una grande coalizione che sfidi Formigoni e raduniamo intorno a dei progetti forti e condivisi dal popolo della sinistra un consenso verso un candidato che si capiva doveva uscire possibilmente dalle primarie.
    Questo appello è caduto nel vuoto più assoluto perchè probabilmente la Lombardia è terra già assegnata dai giochi di potere alla destra e alla lega.
    Un vero peccato,perchè anche da noi non mancano le persone di valore,anche all’interno del PD,naturalmente.
    La politica però spesso arretra di fronte alla maturazione della società civile,non coglie gli attimi,la portata del lavoro dei comitati,dei movimenti,non ha coraggio e ripropone personaggi perdenti allontanando dal voto invece di favorire la pratica democratica del poter scegliere tra diversi candidati.
    un vero peccato
    Ora mi piacerebbe chiedere ad Agostinelli :
    perchè i manifesti con Vendola Presidente??? cosa centra con il processo che si è avviato e sostenuto in lombardia??

    Renata Lovati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *