L’avidità ha avvelenato i nostri cuori.

CHARLIE CHAPLIN

“Il grande dittatore”

DISCORSO ALL’UMANITA’

Mi dispiace, ma io non voglio fare l’Imperatore: non è il mio mestiere; non voglio governare né conquistare nessuno. Vorrei aiutare tutti, se possibile: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi. Tutti noi esseri umani dovremmo aiutarci sempre, dovremmo godere soltanto della felicità del prossimo, non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti. La natura è ricca, è sufficiente per tutti noi; la vita può essere felice e magnifica, ma noi lo abbiamo dimenticato. L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, ha precipitato il mondo nell’odio, ci ha condotti a passo d’oca fra le cose più abbiette. Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi. La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà; la scienza ci ha trasformato in cinici; l’avidità ci ha resi duri e cattivi; pensiamo troppo e sentiamo poco. Più che macchinari, ci serve umanità; più che abilità, ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto. L’aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti; la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà nell’uomo, reclama la fratellanza universale, l’unione dell’umanità. Perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo, milioni di uomini, donne e bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente. A coloro che mi odono, io dico: non disperate! L’avidità che ci comanda è solamente un male passeggero, l’amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano. L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori e il potere che hanno tolto al popolo ritornerà al popolo e, qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa. Soldati! Non cedete a dei bruti, uomini che vi disprezzano e vi sfruttano, che vi dicono come vivere, cosa fare, cosa dire, cosa pensare, che vi irreggimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie. Non vi consegnate a questa gente senza un’anima, uomini macchina, con macchine al posto del cervello e del cuore. Voi non siete macchine, voi non siete bestie: siete uomini!

Voi avete l’amore dell’umanità nel cuore, voi non odiate, coloro che odiano sono quelli che non hanno l’amore altrui. Soldati! Non difendete la schiavitù, ma la libertà! Ricordate nel Vangelo di S. Luca è scritto: “Il Regno di Dio è nel cuore dell’uomo”. Non di un solo uomo o di un gruppo di uomini, ma di tutti gli uomini. Voi! Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, la forza di creare la felicità. Voi, il popolo, avete la forza di fare che la vita sia bella e libera; di fare di questa vita una splendida avventura. Quindi, in nome della democrazia, usiamo questa forza. Uniamoci tutti! Combattiamo per un mondo nuovo che sia migliore! Che dia a tutti gli uomini lavoro; ai giovani un futuro; ai vecchi la sicurezza. Promettendovi queste cose dei bruti sono andati al potere, mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse, e mai lo faranno! I dittatori forse sono liberi perché rendono schiavi il popolo. Allora combattiamo per mantenere quelle promesse! Combattiamo per liberare il mondo, eliminando confini e barriere; eliminando l’avidità, l’odio e l’intolleranza. Combattiamo per un mondo ragionevole. Un mondo in cui la scienza e il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati, nel nome della democrazia, siate tutti uniti!

Hannah, puoi sentirmi? Dovunque tu sia, abbi fiducia. Guarda in alto, Hannah! Le nuvole si diradano: comincia a splendere il Sole. Prima o poi usciremo dall’oscurità, verso la luce e vivremo in un mondo nuovo. Un mondo più buono in cui gli uomini si solleveranno al di sopra della loro avidità, del loro odio, della loro brutalità. Guarda in alto, Hannah! L’animo umano troverà le sue ali, e finalmente comincerà a volare, a volare sull’arcobaleno verso la luce della speranza, verso il futuro. Il glorioso futuro che appartiene a te, a me, a tutti noi. Guarda in alto Hannah, lassù.

Post Tagged with , , ,

facebook comments:

20 Responses so far.

  1. antonia ha detto:

    Solo pensando all”esistenza di uomini politici come Domenico, ci convinciamo che prima o poi usciremo dall’oscurità!

  2. Marco ha detto:

    Semplicemente spettacolare…

    Grazie Domenico, a presto.
    Marco

  3. vito d'agnano ha detto:

    un leader da sogno purtroppo ….grande chaplin

  4. Federica ha detto:

    Speciale come sempre.

  5. Max ha detto:

    Sono vecchiotto e l’ho letto più di una volta. E’ più che mai attuale! Ciao

  6. Marco ha detto:

    Favolosa!!! Ogni volta che la rivedi, la risenti, la rileggi resti a bocca aperta!
    Grazie

  7. Marzia Gandini ha detto:

    Meraviglioso!! Grazie

  8. GioDiFla ha detto:

    Finiguerra è un esempio che possiamo citare ai nostri figli, per fortuna che esistono uomini come lui :)

  9. luisa asselle ha detto:

    ma sto film di che anno è? Profetico?

  10. dino ha detto:

    L’avidità è uno dei 7 peccati capitali!

  11. Aldo Maria Weber ha detto:

    Ma a chi si riferiva Charlie Chaplin?
    A George Bush per caso?
    Aveva visto con largo anticipo quello che avrebbero fatto i suoi connazionali agli Iracheni con la scusa di liberarli?
    O si vuole pensare che il male è solo negli altri?!

  12. Daniele ha detto:

    Bellissimo!
    Grazie Domenico.
    Come dice Chaplin: “Tutti noi esseri umani dovremmo aiutarci sempre, dovremmo godere soltanto della felicità del prossimo, non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti”

  13. Gigliola Mazzali ha detto:

    DOMENICO e’ UNA GARANZIA, NON SI SMENTISCE MAI. NON VA LASCIATO SOLO. COSI’ ALTRI SINDACI COME LUI VANNO SOSTENUTI.

  14. caterina ha detto:

    …mi chiedo: “Occorrerà un’altra guerra che l’uomo torni a distruggere, azzerare tutto, per tornare a sentire valori universali onnipresenti che sono costanti nella vita, nel percorso di ognuno di noi su questa terra?..Perchè soffrire comunque, perchè farsi del male comunque quando possiamo stare bene e godere della gioia del proprio prossimo!

    fan di Charlie Chaplin

  15. max ha detto:

    …… fu espulso dagli stati uniti per questo …….

  16. Andrea ha detto:

    Grazie Domenico per questo spezzone del grande dittatore. In questo momento particolare in ogni nostro cuore c’è bisogno d’amore e di fratellanza, bisogna lottare in ogni momento per conservare e sviluppare questi valori, l’alternativa è veramente tragica.
    Un abbraccio

  17. Franco Casagrande ha detto:

    Caro Domenico, dalle parole vere dette dal più grande attore di tutti i tempi, traspare un piccolo segno di speranza, concretizzate all’oggi da persone come te.
    Con un vero ideale nella testa e nel cuore,a voler essere autentico portavoce delle aspettative di tanta gente frustrata e avvillita da questa politica criminale e antitetetica degli interessi comuni.
    Un forte abbraccio e continua così!…
    Ciao da Franco

  18. Decio Frugiuele ha detto:

    O filme de Chaplin foi realmente profético! O mundo será assim um dia, porque o Sêr humano, traz esta filosofia de vida em seu íntimo, no seu coração, na sua alma. Hoje todos sentimos que tomamos o caminho errado e que é preciso voltar e retomar o caminho certo, o caminho natural o caminho do “Amor ao próximo” e não o caminho do “olho por olho, dente por dente”.O caminho do SER e não caminho do TER!
    A cada dia que passa, mais e mais pessoas se conscientizam dessa terrível verdade!
    Chaplin foi profético sim!

  19. Alessandro Donati ha detto:

    Bravo Sindaco,
    anche la Toscana storica (provincie di Siena, Grosseto, Livorno) sta cedendo all’aggressione immobiliare, e questo è tutto dire, in una zona in cui tutto è rimasto per secoli immutato, le ferite dell’edificazione selvaggia iniziano ad essere evidenti.
    Mi immagino che fare una politica come la tua alle porte di Milano deve essere difficilissimo e, perdona la franchezza, anche rischioso….tutta la solidarietà possibile …
    vieni a fare il sindaco anche da noi!!!

    ciao Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *